MdS Editore
Sabato, Novembre 18, 2017
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami

Threnos

Sabato, 03 Gennaio 2015 16:11

The Brand New Dawn – Il rock'n'roll sano dei Rusty Blues Propellers

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
The Brand New Dawn – Il rock'n'roll sano dei Rusty Blues Propellers - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

Il 20 gennaio uscira' il loro primo album in studio. Si chiamera' The Brand New Dawn, "un'alba nuova di zecca", l'inizio di una cavalcata naturalmente ambiziosa ma prima di tutto allegra e portata avanti nel segno della libera creativita' e del divertimento. Quest' aspetto determinante che il sottoscritto ha potuto osservare di persona in occasione della loro (prima) performance acustica dal vivo durante il programma di libera ultura Rapsodia, sulle frequenze web di Radiocicletta, la radio fatta da studenti e lavoratori di Pisa nata da quattro anni e sempre piu' in crescita. Hanno creato un'atmosfera davvero healthy, cioe' "salutare" "buona", aggettivi on i quali loro amano definire la loro musica e l'intesa dentro e fuori dall'esecuzione, grazie alla quale il bassista Enrico Cini, ultimo acquisto della band, ha potuto districarsi con la chitarra nel corso del live radiofonico senza intoppi e difficolta'. Enrico e' arrivato in seno ai Rusty da settembre a costituire il pezzo mancante per la formazione storica, con alla voce di Eugenio Bucci, alla chitarra Matteo Saponati e Alessandro Frosini alla batteria.

Al Dicembre 2012 risale la genesi del progetto musicale The Brand New Dawn, che nasce quando nella sala prove del gruppo viareggino The Red Carpet (anche loro da tenere d'occhio, anzi d'orecchio) le intuizioni ritmiche di Matteo e Alessandro stringono la mano alle rime anglosassoni ispirate di Eugenio. Con l'obiettivo dichiarato di dare alle stampe l'uscita del colpo d'esordio, "The Brand New Dawn" dunque. Obiettivo portato a termine poi con l'innesto del Cini e che sara' concretizzato ufficialmente il 20 gennaio prossimo, giorno d'uscita del primo album.

The Brand New Dawn e' stato anticipato il marzo scorso dalla pubblicazione di un EP di battesimo per i Rusty, dal titolo accattivante di Have You Ever Tried This?, rilasciato e disponibile sulla pagina Youtube e Soundcloud della band, e ben valutato da rockit, sito piu' autorevole e attento alla musica italiana emergente. Sono tre le tracce pulsanti dentro l' Ep ( "You'll Never Pass My Door", "Your Business" e "The Brand New Dawn"), brani che corrono, anzi scorrono come se si staccassero i piedi da terra in un rock molto rusty, ossia "pulito" "fluido", rock'n' roll nella sua sostanza grezza, senza interventi estratti dall'elettronica (tastiere) o dalla classica (violini,fiati, ecc). A sentire ad esempio la cavalcante "You'll Never Pass My Door" sembra difficile riuscire a trovare un modello simile a cui potere rapportarli. Personalmente ricordano il Robert Plant ultima versione e Jack Black ("Lazaretto" e' un'eresia non averlo ascoltato), ma come i ragazzi stessi rivelano, questi due sono soltanto alcuni dei maestri da cui muovono nella loro trafila, se pensiamo che Eugenio adora gli Incubus, Matteo e Alessandro i Queens of The Stone Age, ed Enrico consiglia l'ultimo lavoro di Damon Albarn dei Blur. Insomma un felice assemblamento per dirla con un'espressione, mistura di idee che puo' innescare viaggi interessanti.

The Brand New Dawn ne integra 8 alla storia gia' nota di "Have You Ever", allargando lo sguardo a riflessioni dimesse come in "Pure", e segnando l'esternazione di una vista del mondo attuale inevitabilmente cupa, ma non irrimediabilmente perduta. Eugenio traccia la strada attraverso fiato e sintagmi intersecati parallelamente dalle illustrazioni in art-work preparate al servizio dei testi. Non una didascalia. Meglio una resa pittorica del pensiero. L'alba nuova di zecca dei Rusty e' zoppicante e piu' immaginabile che realizzabile nella realta' d'oggi, perche' e' lo stato delle cose a presentarsi cosi'. Il buio e i vuoti abbondano. Pero' non sono morte del tutto le intenzioni. Sembra cosi' suggerire il volto fugace della civetta che fa da regina della copertina di The Brand New Dawn.

Letto 3618 volte

Articoli correlati (da tag)