MdS Editore
Sabato, Novembre 18, 2017
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami
Francesca Petrucci

Francesca Petrucci

Mi chiamo Francesca e sono nata a Pistoia 39 anni fa, ma vivo, lavoro e scrivo a Pisa. Laureata in Lettere antiche faccio l’editor di professione e la scrittrice per passione. Sono giornalista pubblicista e per manidistrega.it curo la rubrica “Zampa che ti passa!”, ma ho pubblicato anche sei libri: Carosello in San Rossore (Equitare 2009), Curioso, un cavallo all’avventura (Felici 2011), Mia story. Dall’abbandono all’amore (MDS 2013), Il ghiro Lapo (Felici 2014); Bruna. Una maialina per amica (MdS 2014) e Basta una coda (MdS 2015). Ho scritto tanti racconti, alcuni sono stati premiati, uno (Fino al mare) ha vinto il concorso “Macchie d’acqua” nel 2013 ed è pubblicato nell’omonima antologia. Con altri sette amici (gli Ottomani) ho scritto il romanzo collettivo Sulle spallette alle nove, (MDS  2014) e ho partecipato con una fiaba al progetto Favolare (MdS 2015) realizzato in collaborazione con il carcere Don Bosco di Pisa. Sposata con Giulio, sono mamma di un bimbo di otto anni che si chiama Lapo, di un cane che si chiama Cirano e di un cavallo che si chiama Velluto. Natura e libri sono le mie più grandi passioni: amo gli animali come l’aria che respiro e dedico spesso ai loro diritti la mia scrittura.

francesca.petrucci@mdseditore.it

L’amore all’improvviso

Domenica, 22 Dicembre 2013 09:36
L’amore all’improvviso - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

La mia storia non ve la so raccontare, perché sono un cane, e i cani non parlano. Non vi posso spiegare con un linguaggio a voi comprensibile quello che ho vissuto, come ho vissuto, fino al giorno in cui mi hanno trovato che vagavo per strada.

Se mi lasci (solo) non vale

Domenica, 15 Dicembre 2013 20:59
Se mi lasci (solo) non vale - 3.7 out of 5 based on 3 reviews

La maggior parte delle persone che possiedono un cane passa con lui solo poche ore al giorno.

Eh sì, purtroppo ai comuni mortali tocca lavorare, e anche per quasi tutta la giornata! A rimetterci naturalmente non sono solo compagni e mariti (o mogli) e figli, ma anche i nostri fedelissimi amici a quattro zampe, che ci vedono andare via la mattina per tornare magari soltanto nel tardo pomeriggio. L’ideale – dicono gli esperti – sarebbe passare con il proprio cane almeno cinque ore al giorno: bella utopia! Ma che succede se così non può essere? 

Un cane per amico

Domenica, 01 Dicembre 2013 16:19
Un cane per amico - 4.0 out of 5 based on 9 reviews

Il dog trainer Simone Dalla Valle ci racconta il suo libro e la sua esperienza in dieci domande

Chi non vorrebbe “un cane per amico”? Il cane è il miglior amico dell’uomo per antonomasia, ce lo insegnano la storia e la vita vissuta prima di tutto. Ma ce lo insegna – e ce lo spiega – anche chi della conoscenza di questo meraviglioso animale ne ha fatto, prima che un lavoro, una scelta di vita.

Tanto tempo fa l’uomo incontrò il cane...e non si lasciarono più! - 4.4 out of 5 based on 5 reviews

“E d’un tratto il giovane capo fa qualcosa che agli altri appare incomprensibile: stacca un pezzo di carne dal magro bottino e lo getta a terra… un evento memorabile: per la prima volta l’uomo ha nutrito di sua mano un animale che gli è utile”.

K. Lorenz, E l’uomo incontro il cane.

Abbiamo parlato dell’origine del cavallo, ma forse anche un breve ripasso di quella che è la storia del “migliore amico dell’uomo”, ricordando (o almeno provandoci) come lo è diventato può risultare utile. Quale miglior testo citare se non il premio Nobel Konrad Lorenz? È così che lui immagina nel suo piccolo capolavoro sempre attuale E l’uomo incontro il cane il primo incontro tra il cane, o meglio un suo antico antenato, e il capo di una tribù di ‘selvaggi’. 

Una scelta “di cuore”

Lunedì, 18 Novembre 2013 22:07
Una scelta “di cuore” - 5.0 out of 5 based on 4 reviews

Chi non ha mai posseduto un cane, non può sapere che cosa significhi essere amato.

Schopenhauer

Ed ecco che torniamo a parlare di cani, dopo qualche digressione è proprio giunto il momento! Voglio condividere con voi una riflessione che sta alla base della “scellerata scelta” di accogliere nella nostra famiglia – e nella nostra vita – un peloso che, dal momento esatto in cui metterà zampa nella nostra casa, stravolgerà tutto…

Fieracavalli 2013: il giro del mondo in tremila cavalli - 4.0 out of 5 based on 1 review

Per chi non lo sapesse la Fieracavalli di Verona è la più importante manifestazione internazionale dedicata al mondo equestre. Giunta alla sua 115 edizione (la prima fu nel 1898) è diventata nel corso del tempo un attesissimo appuntamento di riferimento per tutta l’Europa che ama i cavalli.

Dal 7 al 10 novembre tutti gli appassionati del settore e gli addetti ai lavori, ma non solo – è sempre più forte la presenza di famiglie e bambini (si parla di oltre 150mila visitatori) – potranno godersi una full immersion nell’universo “degli zoccoli” a tutto tondo: il giro del mondo del cavallo in soli quattro giorni in un’occasione davvero unica.

Storia di una gatta che decise di cambiar padrone - 4.7 out of 5 based on 3 reviews

E dato che siamo entrati in tema di “gatti neri” – a proposito non ho ancora notizie ma spero vivamente che il dato delle sparizioni quest’anno sia drasticamente diminuito – mi è tornata alla mente una storia assai curiosa.

Una mattina qualsiasi di un giorno qualsiasi è comparsa nel cortile del nostro ufficio una micina nera, minuta com’era pensammo fosse una cucciola e, dato che sembrava molto socievole, credemmo subito che qualcuno avesse ben pensato di venirla ad abbandonare nella zona industriale. 

La “notte delle streghe” secondo i gatti neri - 5.0 out of 5 based on 5 reviews

Ogni anno centinaia di gatti neri (e non solo) spariscono in occasione della festa di Halloween per essere poi oggetti di macabri riti e barbare uccisioni.

Il 31 ottobre ricorre la notte di Halloween. Si tratta di una festività celebrata principalmente negli Stati Uniti ma che, negli ultimi anni, ha preso piede anche da noi. Questa ricorrenza, come spesso accade del resto, ha un’origine storica controversa e non da tutti ritenuta univoca. 

Il cavallo: un grande animale “da compagnia” - 5.0 out of 5 based on 5 reviews

“L’aria del Paradiso è quella che soffia tra le orecchie di un cavallo”.

Proverbio arabo

Avevo promesso di parlare anche di cavalli, ed è proprio giunto il momento. Gli amici “cavallari” hanno atteso anche con troppa pazienza di veder comparire in questa rubrica l’amato e bellissimo amico a quattro “gambe”, nel gergo equestre si chiamano così, guai a definirle zampe!

Canile o allevamento? Parte terza

Giovedì, 10 Ottobre 2013 17:33
Canile o allevamento? Parte terza - 4.5 out of 5 based on 41 reviews

Ed ecco la terza parte di questo “viaggio” all’interno di un tema tanto vasto quanto delicato che non abbiamo la pretesa di esaurire, ma certamente speriamo che le parole prima di Serena Ruffilli (presidente LIDA – Firenze) e adesso di Francesco Mostacci, che si occupa con passione e dedizione del suo allevamento, potranno dare informazioni utili

Pagina 6 di 7