MdS Editore
Sabato, Novembre 18, 2017
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami
Enrico Esposito

Enrico Esposito

A detta degli amici troppo iperattivo e poco attaccato con i piedi per tutto, intossicato di folklore, e nemico/amico della pagina bianca. Ho nella letteratura, soprattutto anglosassone, uno dei fari della mia gioventù in declino insieme al fascino per i mondi paralleli generati dal cinema e alla dipendenza dalle note musicali. Inseguo sempre la presenza di una sottile linea rossa che leghi le espressioni culturali e sociali

enrico.esposito@mdseditore.it

Diaframma – Vortice infinito

Mercoledì, 16 Aprile 2014 22:33
Diaframma – Vortice infinito - 5.0 out of 5 based on 1 review
Sono passati esattamente 30 anni dalla pubblicazione di quel Siberia cupamente irresistibile, una perla nera di cobalto pendente nella foschia raggelante proprio di un inverno russo.
Lorenzo Taccini - Quando la musica può andare ovunque - 4.5 out of 5 based on 2 reviews
Lorenzo Taccini non suona per vivere. Sa benissimo che fare il cantastorie non sarà la sua fonte primaria di cacciucco, anzi nemmeno quella secondaria. Almeno per ora.

Faber

Domenica, 12 Gennaio 2014 14:49
Faber - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

L'11 gennaio appena trascorso Faber è morto per la quindicesima volta. La malattia se l'è mangiato un altro anno di più. Di più ci sono le lacrime, di chi come me non l'ha conosciuto, o era troppo piccolo e privo di malizia per poter capire di cosa stiamo parlando e delle meravigliose puttane di cui lui tesseva romanzi d'oro , trasformandole in dame pittoriche.

Capobbanna "Fuje tu"

Venerdì, 13 Dicembre 2013 12:38
Capobbanna "Fuje tu" - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

Quando terminiamo l'intervista con il cantante Sergio Scavariello e il chitarrista-tastierista o meglio polistrumentista Angelo D 'Ambrosio ci diciamo : « E' stata surat, ma alla fin l'ammu fatt»

MiaStory

Venerdì, 06 Dicembre 2013 20:35
MiaStory - 5.0 out of 5 based on 1 review

Francesca Petrucci è come me l'ero immaginata. Sicura di sè, mi da l'impressione di sapere come finirà una frase appena la comincia. Di essere in grado di soppesare a menadito i suoi concetti. Ripercorrendo il suo passato/presente e dopo aver letto "Mia story", questa potrebbe rappresentare una conferma non soltanto per il sottoscritto.

Halloween è passato da un pezzo, quasi un mese, e piuttosto tardivamente e in vergogna scrivo per i piacevolissimi amici di manidistrega, sia i distributori che i recettori, grazie anche al recupero di attrezzatture adatte ma sempre a causa del poco tempo a disposizione.

Sinfonia caucasica - Katie Melua

Mercoledì, 16 Ottobre 2013 18:59
Sinfonia caucasica - Katie Melua - 5.0 out of 5 based on 1 review

Questa è la descrizione del mio ascolto di "Secret symphony" e della musica in generale confezionata dalla cantautrice Katie Melua, georgiana di origine, ma belfastiana e poi britannica di adozione. Una delle più soffuse voci del teatro blues contemporanea, adesso illumina le gallerie di mezza Europa sotto l'egida di un'orchestra sinfonica con cui realizza la sua febbre di una melodia del petto al di sopra delle parole.

La febbre devastante delle piccole cose

Lunedì, 29 Luglio 2013 21:21
La febbre devastante delle piccole cose - 5.0 out of 5 based on 1 review

Firenze, il mare, i sogni finiti in un bicchiere che oggi fanno innamorire e buttarsi da un ponte tanti, sopratutto tra le mie compagne e compagni d'età, le canta con maestria Dario Brunori (Cosenza 1977), leader direttore d'orchestra dei Brunori Sas. 

Bastille

Domenica, 14 Luglio 2013 22:31
Bastille - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

"EEEEOOOOOOEOOO, EOO,EOOO, EOOO, EOOO". Quante volte negli ultimi mesi avrete sentito allo stereo, in giro per i bar non volendo, e a palla nelle casse del vostro computer con tutta la volontà e il furore invece questo motivo, che risponde al titolo altisonante di Pompeii?? 

Brothers in Arms

Mercoledì, 19 Giugno 2013 23:03
Brothers in Arms - 5.0 out of 5 based on 1 review

Quando oramai più di un decennio fa i miei genitori comprarono un compact-disk di Love over gold (1982), non seppero che farsene prima di tutto perchè non riuscivano in alcun modo a maneggiare il computer e poi pure perchè quello non era il disco che volevano.

Pagina 2 di 3